Sintomi


I sintomi che fanno sospettare la comparsa di un linfoma sono aspecifici. Possono suggerire il sospetto di linfoma, ma nessuno di essi è veramente diagnostico. E’ quindi fondamentale, in loro presenza, ricorrere al medico curante per pianificare i giusti approfondimenti, indispensabili per giungere a una diagnosi precisa e sicura.

Vi sono due tipi di sintomi:

1) quelli presenti in vari distretti del corpo, dovuti direttamente alla tumefazione (ingrossamento, gonfiore) del tessuto linfatico tumorale che sta proliferando in quella sede;

2) quelli di ordine generale (detti “sistemici”) dovuti al rilascio da parte del tessuto linfatico tumorale di molecole ad azione biologica sull’intero organismo.

1) Sintomi legati alla tumefazione del tessuto linfatico. Il sintomo più frequente è l’ingrossamento di uno o più linfonodi superficiali. I linfonodi ingranditi che i malati notano spontaneamente con più facilità sono quelli della regione del collo, delle ascelle o dell’inguine. I linfonodi sono in genere non dolenti e ci può essere il coinvolgimento contemporaneo di più stazioni linfonodali. La grandezza della tumefazione, la consistenza del linfonodo e la presenza o meno di segni di infiammazione sono fattori che possono aiutare il medico ad avvalorare il sospetto.

Non sempre le masse linfonodali proliferanti sono a carico di stazioni linfatiche superficiali visibili fin dall’esordio anche dal malato. Talvolta il linfoma inizia a carico di linfonodi profondi a livello del torace o dell’addome o può trattarsi di ingrandimento della milza. Altre volte, anche se più raramente, l’interessamento primordiale è a carico del midollo osseo o anche a carico di organi non linfatici dove i linfociti sono comunque presenti e attivi, come per esempio fegato, stomaco o intestino. In questi casi è impossibile accorgersi spontaneamente dell’ingrandimento dei linfonodi e i primi sintomi sono legati agli effetti che la proliferazione linfonodale può provocare in questi distretti.  I sintomi possono essere quindi estremamente variabili in relazione al tipo di organo che è coinvolto. Tra i più frequenti si possono ricordare: a) tosse, difficoltà di respiro, dolori toracici, rigonfiamento del collo in caso di presenza di linfonodi del torace e/o infiltrazione dei bronchi o dei polmoni; b) mancanza di appetito, sensazione di precoce sazietà, dolore epigastrico in caso di localizzazioni gastriche; c) sensazione di peso e talvolta dolori addominali con possibile individuazione al tatto di masse addominali in caso di coinvolgimento dei linfonodi profondi dell’addome; d) disturbi intestinali con diarrea o anche presenza di sangue nelle feci in caso di localizzazioni intestinali; e) confusione mentale, alterazioni della personalità, disturbi della parola, perdita della forza in uno o più arti per localizzazioni del sistema nervoso centrale e così via.

2) Sintomi sistemici. Sono sintomi generali che si possono accompagnare con una certa frequenza ad alcune forme di linfomi aggressivi, o a linfomi che secernono sostanze biologiche particolari come nel linfoma di Hodgkin. I sintomi sistemici più importanti e frequenti  sono la febbre, il prurito generalizzato, la sudorazione notturna profusa e il calo di peso (detti anche sintomi b).

In considerazione dell’aspecificità dei sintomi descritti va ribadito con chiarezza che la semplice anamnesi (raccolta delle notizie che riguardano il paziente) e la visita non possono risolvere il caso e solo ulteriori approfondimenti diagnostici per il tipo specifico di presentazione potranno offrire una diagnostica precisa e sicura.  Talvolta esami accurati del sangue possono permettere di diagnosticare una semplice malattia infettiva o più raramente un’altra malattia, ma nella maggior parte dei casi i medici curanti dovranno decidere, sulla base dei dati disponibili, l’esecuzione di una biopsia del linfonodo  o del tessuto extra-linfatico coinvolto.

 

    EVENTI | MOSTRA TUTTO


    Mag
    11
    Evento ECM Linfomi dell’Anziano

    La Commissione Anziani della Fondazione Italiana Linfomi ONLUS organizza un evento formativo con ECM (10 crediti formativi). In una società come la nostra, che invecchia costantemente, e che vede incrementare...

    + INFO

    NOTIZIE | MOSTRA TUTTE


    FIL-Cantera 2017

    CONTINUA A LEGGERE

    Aiutaci nella ricerca
    contro i Linfomi

    Donare è semplice
    e sicuro con Paypal

    Copyright ©2017 Fondazione Italiana Linfomi ONLUS. Tutti i diritti riservati. – Privacy - Browsers Supportati - Credits